mercoledì 16 luglio 2014

RECENSIONE: "Agatha. L'amore che non muore" di Violt Nightfall

Titolo: Agatha - L'amore che non muore
Autore: Violet Nightfall
Genere: Romance/Thriller
Pagine: 163 pp
Data: 30 Giugno 2014
Prezzo: 1.49€ 
Trama
“Bruttina, con qualche chilo di troppo e l’imbarazzante convinzione che i vestiti larghi potessero aiutarmi nella mia lotta contro lo specchio. Alta – fin troppo – ben visibile tra centinaia di persone, un gigante in mezzo a un mondo di Puffi; occhiali spessi come fondi di bottiglia, acne adolescenziale nonostante l’età avanzata, risata imbarazzante, introversa e timorosa del prossimo.
In un’unica parola, Agatha.”
Agatha ha vent’anni ed è l’insicurezza fatta a persona; si ritrova invischiata in un’esistenza che le scivola tra le dita senza che lei possa fermarla. Quando però Alessandro decide di entrare nella sua vita qualcosa in lei cambia e incomincia a sbocciare.
Ma ciò che sembra miracoloso non sempre lo è! Dove c’è luce esiste anche tenebra e pian piano i sogni di Agatha iniziano a tramutare in incubi.

Recensione
Amore, eros e mistero sono gli ingredienti che compongono questo romance/thriller, anche se io ci ho trovato poco romance e molto di ciò ti fa salire l'ansia di più ad ogni pagina che leggi, che ti tiene con il fiato sospeso, ti spaventa e ti sconvolge ma ti spinge anche ad andare avanti. Parliamo di anime che non hanno trovato pace, e riti vodu in un mix decisamente inusuale. Perchè questo libro inizia tranquillamente come tranquilla e ordinaria è la sua protagonista, Agatha, una ragazza universitaria che condivide l'appartamento con altri 4 coinquilini. 
La sua vita sembra girare unicamente intorno allo studio; è una ragazza schiva, con un aspetto scialbo, che si nasconde dietro vestiti larghi e occhiali dalle lenti spesse. Ma è proprio la sua timidezza che attrae Alessandro, uno dei ragazzi che abita con lei. L'avvicina e piano piano conquista il suo cuore. 
La loro storia nasce inaspettatamente e in modo selvaggio, un sentimento inspiegabile li unisce. Ma Aghata pian piano capisce che ciò che prova nei confronti di Ale, non è naturale, qualcosa la spinge verso di lui. Strani sogni, e l'incontro inquietante con uno spettrale ragazzo, turbano la sua esistenza fino all'inevitabile epilogo. Il destino di Aghata si intreccerà, suo malgrado, con quello di un'amore sfortunato, e lei scoprirà di essere l'ultimo tassello di un piano ben orchestrato.
Questo libro è scritto bene, con un ritmo che si fa via via più coinvolgente, sopratutto nella parte finale, ma purtroppo non è il mio genere. Ho apprezzato molto lo stile dell'autrice e il modo in cui ha saputo delineare il carattere di personaggi, la cui evoluzione, sopratutto quella di Alessandro, ti coglie di sorpresa, e come è riuscita a mantenere un alone di mistero per tutto il romanzo, ma per una persona come me, che ama le storie semplici, romantiche, questo libro è decisamente troppo....inquietante. Ma credo che sia anche la sua particolarità. 


Valutazione
Lo consiglio a tutte le persone che amano le storie originali e le tinte fosche alla King.

3 commenti:

  1. M'ispira davvero tanto questo libro! Quindi penso lo leggerò prima o poi! :D

    RispondiElimina